L’apicoltura per prevenire l’emarginazione

E’ stato presentato questa mattina, presso il Dipartimento di Salute Mentale di Campobasso, il Progetto A.P.E., acronimo di” l’ Apicoltura Previene l’Emarginazione”.
Obbiettivo principale del progetto è quello migliorare la qualità della vita di alcuni degli utenti residenti nella C.R.P., ed in carico al Centro di Salute Mentale di Campobasso, attraverso la pratica dell’agricoltura sociale, attività che impiega le risorse materiali e immateriali dell’agricoltura per promuovere o accompagnare azioni terapeutiche, di riabilitazione, di inclusione sociale e lavorativa di persone svantaggiate o a rischio esclusione sociale.

Nato da un’idea del Circolo Legambiente di Campobasso e con la collaborazione della Cooperativa Sociale “Dialogo” – ente che gestisce la Comunità di Riabilitazione Psicosociale (C.R.P.) di Campolieto, l’azienda agricola “Marinera” di Campolieto, il Dipartimento di Salute Mentale di Campobasso, il progetto è stato finanziato con i fondi del bando Otto per Mille della Chiesa Valdese.

“Per mezzo dell’apicoltura – dichiara Andrea de Marco, Direttore Regionale di Legambiente Molise – si vuole promuovere il benessere dei giovani con disabilità psichica aiutandoli a recuperare la loro identità partecipativa e offrendo loro una opportunità per migliorare la propria prospettiva di vita andando a soddisfare uno dei bisogni primari che viene avvertito dagli stessi: quello di trovare un’occupazione”

La prima attività prevista nel percorso progettuale sarà un corso di formazione teorico/pratico con l’obbiettivo di dare le nozioni necessarie per svolgere tutte le attività previste in A.P.E. . Il corso, tenuto fra gli altri dal titolare dell’azienda agricola “Marinera” di Campolieto, vedrà sia moduli teorici che pratici, dando la possibilità ai corsisti di mettere in pratica le nozioni apprese seguendo i principi dell’apicoltura sostenibile.

“ Questo progetto è un esempio virtuoso da seguire – dichiara Nicola Corona, Coordinatore della progettazione regionale della Direzione Nazionale di Legambiente – perché fonda la propria realizzazione sui tutti e tre pilastri della sostenibilità: ambientale, economico e sociale, dando risalto e mettendo in mostra quanto di meglio c’è nel territorio Molisano”.

Terminato il corso di formazione sarà data la possibilità a tre utenti della C.R.P. di effettuare un tirocinio formativo aggiuntivo all’interno della stessa azienda Marinera tramite la concessione di tre borse lavoro.

“Questa possibilità lavorativa è mirata a ridurre lo stigma, ossia la perdita di valore sociale delle categorie svantaggiate in tutti quei settori dove l’uomo sano è privilegiato, a partire dal mondo del lavoro stesso- ha dichiarato Giuseppe Faioli, Presidente del Circolo Legambiente di Campobasso– una perdita che troppo spesso accompagna il disabile mentale e che funge da deterrente alla possibilità di inserirsi compiutamente nella società“.

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti